Homepage

Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura in Emilia-Romagna

Pagamenti AGREA da inizio anno (in euro)

3 4 5 . 7 9 0 . 9 1 6
Dati aggiornati al 22/07/2024

Il punto sui pagamenti

montagne.jpg

Nel mese di giugno 2024 AGREA ha erogato complessivamente oltre 145 milioni di euro, a beneficio di oltre 13.600 aziende agricole. La gran parte dei pagamenti effettuati riguarda il completamento dei saldi relativi agli interventi a superficie, 1° e 2° pilastro, della campagna 2023 (Domanda Unica, interventi SRA e SRB del Complemento di Sviluppo Rurale 2023/2027, misure 10 e 11 del Piano di Sviluppo Rurale 2014/2022).

 A titolo di saldo della Domanda Unica 2023 sono stati erogati circa 69.5 milioni, così ripartiti fra le singole premialità:

  • 29 milioni relativi all’Ecoschema 1 (di cui 25.4 milioni riguardanti il livello 1, Riduzione dell’antimicrobico resistenza AMR e 3,6 riguardanti il livello 2, Adesione al sistema di qualità nazionale benessere animale)
  • 10.8 milioni relativi al sostegno accoppiato al reddito per animale – latte bovino
  • 10.8 milioni come quota residua del sostegno di base al reddito per la sostenibilità (ex Pagamento di base/Titoli)
  • 8.5 milioni ulteriori premi aggiuntivi ai produttori zootecnici (latte di montagna, bovini macellati, agnelle da rimonta ecc..)
  • 3.4 milioni come quota residua relativa all’Ecoschema 4 (2.7 milioni) ed Ecoschemi 2, 3 e 5
  • 5 milioni come quota residua relativa al sostegno accoppiato al reddito per superficie (di cui 3.3 milioni relativi al pomodoro da trasformazione, 1 milione relativo alle colture oleaginose, 400mila euro relativi alla barbabietola da zucchero).

Per gli interventi a superficie dello Sviluppo Rurale, l’importo complessivamente erogato è stato di circa 29 milioni, di cui:

  • 10 milioni a sostegno dell’agricoltura biologica (5.9 milioni a valere sull’intervento SRA29 della programmazione 2023/2027 e 4.1 milioni a valere sulla misura 11 della programmazione 2014/2022);
  • 9 milioni quali indennità compensative a sostegno delle zone svantaggiate (5.4 milioni relativi alle zone svantaggiate di montagna, intervento SRB01, 3.5 milioni relativi a zone altrimenti svantaggiate, intervento SRB02);
  • 6.7 milioni a sostegno della lotta integrata (intervento SRA01)
  • 2.1 milioni a sostegno del ritiro ventennale dei seminativi dalla produzione (misura 10.1.10)

Sempre nell’ambito dello Sviluppo Rurale, si segnalano oltre 11 milioni erogati sulle misure ad investimento o afferenti all’area della conoscenza. In particolare 7 milioni a valere sulla misura 4 e 2.5 milioni ripartiti fra la misura 16 e la misura 19; da segnalare anche 130 mila euro erogati nell’ambito dell’intervento SRG10 (Promozione prodotti di qualità), primo intervento strutturale a ricevere pagamenti nell’ambito della programmazione 2023/2027.

 Per quanto riguarda gli Interventi settoriali (1° pilastro PAC), 33.5 milioni sono stati erogati a sostegno dei programmi operativi nel settore dell’ortofrutta fresca mentre 1.2 milioni hanno riguardato il sostegno al comparto vitivinicolo, nei due segmenti degli investimenti e della ristrutturazione e riconversione vigneti.

Infine, con riferimento agli interventi emergenziali e di ristoro alle calamità naturali si segnalano:

  • 1.2 milioni quali indennizzi a beneficio di aziende zootecniche colpite da focolai di peste suina africana (PSA) (D.M.534026 del 29 settembre 2023)
  • 760mila euro a beneficio di aziende colpite dalla siccità dell’estate 2022
  • 400mila euro a ristoro delle produzioni zootecniche ed apistiche colpite dagli eventi alluvionali del maggio 2023.

Per maggiori informazioni consulta il report riepilogativo dove sono indicati i pagamenti effettuati e i relativi beneficiari, ripartiti per settore.

Per conoscere la situazione delle tue domande accedi al servizio di verifica dello stato della tua pratica.

Non hai trovato quello che cerchi?