Interventi per il settore vitivinicolo

Gli interventi descritti in questa sezione sono definiti nel regolamento unico europeo inerente alle organizzazioni di mercato settoriali e ricadono, come il regime di pagamento unico, nel primo pilastro della PAC, finanziato dal Feaga (Fondo europeo agricolo di orientamento e garanzia).

Per il settore vitivinicolo sono perseguiti i seguenti obiettivi:grappoli d'uva

1.     accrescere la competitività dei produttori di vino dell'UE, consolidare la reputazione dei vini europei e riconquistare quote di mercato nell'Unione europea e nel resto del mondo;

2.     dotare il settore di un regime comunitario basato su regole semplici, chiare ed efficaci che assicurino l'equilibrio tra offerta e domanda;

3.     preservare le migliori tradizioni della produzione vitivinicola europea e promuoverne il ruolo sociale e ambientale nelle zone rurali.

Nell’ambito dei diversi strumenti di intervento previsti dall’OCM, attivati in base a scelte nazionali e regionali, Agrea ha competenza su:

-         procedimenti di ristrutturazione e riconversione vigneti;

-         procedimenti di assicurazione del raccolto;

-         dichiarazioni di vendemmia e di produzione;

-         Investimenti relativi alla misura 7 del programma nazionale.

La misura di ristrutturazione e riconversione vigneti finanzia interventi strutturali volti a perseguire gli obiettivi dell’OCM.

È prevista una domanda di accesso ai benefici definita “domanda di aiuto” con la quale il produttore chiede il riconoscimento all'ammissibilità all’aiuto, e una “domanda di pagamento” (anticipo/saldo).

Il sostegno previsto può essere:

  • una compensazione delle perdite di reddito
  • un contributo ai costi differenziato secondo la tipologia di intervento.
     

Il pagamento avviene in un'unica tranche e può essere anche anticipato (80%) a fronte della sottoscrizione di una polizza fideiussoria (110% dell'importo richiesto) e della successiva presentazione di una "domanda di collaudo e svincolo fideiussione".

Le indicazioni operative per gli utenti per il territorio regionale sono fornite dalla Regione Emilia-Romagna attraverso disposizioni applicative approvate dalla Giunta regionale.

Le domande sono presentate sui sistemi applicativi di Agrea, che è responsabile dell’autorizzazione al pagamento.

Le attività istruttorie e di controllo sono eseguite dai servizi regionali, delegati da Agrea attraverso apposita convenzione.

Possono accedere alla Misura Assicurazione vite da vino i detentori di vigneti, per la produzione di uve da vino, coltivati in regione Emilia-Romagna che assicurano i relativi raccolti contro le avversità.

La Misura è specifica per assicurazione del raccolto di uva da vino ed è stata attuata da Agrea fino alla campagna 2018 con fondi FEAGA. Dal 2019 confluisce nella Misura 17.1 del Psr 2014-2020 di competenza dell’organismo pagatore Agea, che gestisce i contributi dello stesso genere per tutti gli altri prodotti per l’intero territorio nazionale (Fondi Feasr).

filareLa Misura relativa a Investimenti nell'ambito del programma nazionale di sostegno settore vitivinicolo è finalizzata a sostenere interventi materiali ed immateriali in impianti enologici di trasformazione e/o commercializzazione situati nel territorio regionale, funzionali al miglioramento del rendimento globale delle imprese.

Il pagamento avviene in un'unica tranche. Le indicazioni operative per gli utenti per il territorio regionale sono fornite dalla Regione Emilia-Romagna attraverso disposizioni applicative approvate dalla Giunta regionale.

Le domande sono presentate sui sistemi applicativi di Agrea, che è responsabile dell’autorizzazione al pagamento.

Le attività istruttorie e di controllo sono eseguite dai servizi regionali, delegati da Agrea attraverso apposita convenzione. 

Agrea, infine, raccoglie sui propri sistemi applicativi le dichiarazioni di vendemmia e di produzione vino, in applicazione delle modalità che vengono definite da specifiche normative comunitarie e nazionali. 

 

 

 

 

Non hai trovato quello che cerchi?