Programma di sviluppo rurale

Logo del Psr 2014-2020.Con il Programma di sviluppo rurale 2014-2020, la Regione Emilia-Romagna intende stimolare la competitività del settore agricolo, garantire la gestione sostenibile delle risorse naturali e azioni di contrasto ai cambiamenti del clima, realizzare uno sviluppo territoriale equilibrato delle economie e comunità rurali. 

Il Programma costituisce il cosiddetto secondo pilatro della PAC, finanziato dal FEASR (Fondo euroepo agricolo per lo sviluppo rurale) e si articola in macrotemi, priorità, focus area e tipi di operazioni.

Per accedere ad aiuti e contributi previsti il richiedente deve presentare all’Autorità di gestione (DG Agricoltura, Caccia e Pesca) una domanda di sostegno, il cui esito è l’attribuzione di una concessione successiva ad una istruttoria.

Per la richiesta di erogazione dei premi spettanti è necessario presentare una domanda di pagamento all’Agrea o alla struttura competente delegata che viene indicata nel bando della specifica operazione.

In alcuni casi domanda di sostegno e domanda di pagamento sono contestuali.

È prevista una scadenza fissa soltanto per la presentazione delle domande relative a misure di superficie, che coincide con la data del 15 maggio prevista per il regime di pagamento unico.

Per questi e tutti gli altri casi, si rimanda alla consultazione della specifica sezione Recupera il bando di interesse (link alla pagina "Bandi" del portale E-R Agricoltura e Pesca della Regione Emilia-Romagna).

All'Agenzia competono le seguenti funzioni:

  • gestisce il sistema informativo unico per la gestione delle pratiche;
  • collabora con l’Autorità di Gestione per l’implementazione su tale sistema informativo, delle
    procedure di raccolta e trattamento delle domande di sostegno;
  • definisce e implementa sul sistema informativo, in coerenza con i contenuti della normativa
    europea e nazionale, del Psr, delle schede tecniche e delle delibere sui controlli, le procedure per la raccolta, il trattamento, il controllo e la liquidazione delle domande di pagamento;
  • effettua, congiuntamente all' Autorità di Gestione e su ciascuna delle misure di sviluppo rurale del Psr, una valutazione ex ante e in itinere per stabilirne la verificabilità e controllabilità e comunica all’Autorità di Gestione gli interventi correttivi da adottare;
  • eroga i pagamenti ai beneficiari e li contabilizza effettuandone la prevista rendicontazione nei confronti dello Stato e della UE;
  • fornisce i dati tecnici, economici e finanziari, disponibili sui propri sistemi informativi, ai sistemi di monitoraggio;
  • effettua i controlli amministrativi e in loco previsti dalla normativa comunitaria sulle domande di pagamento;
  • presenta i documenti necessari nei tempi e nella forma previsti dalle norme comunitarie;
  • rende accessibili i dati e gli eventuali documenti presenti sul sistema informativo e ne garantisce la loro conservazione;
  • attua la supervisione sulle attività delegate al fine di garantire il rispetto delle procedure.

Alcune funzioni relative alle domande di pagamento sono delegate ai CAA ed ai servizi della DG Agricoltura, Caccia e Pesca, attraverso apposite convenzioni.

Documentazione

 

Per approfondire

Programma di sviluppo rurale 2014-2020 (link al portale E-R Agricoltura e Pesca della Regione Emilia-Romagna)

 

 

Non hai trovato quello che cerchi?