Organizzazioni Comuni di Mercato

 

Le Organizzazioni comuni di mercato (OCM) rappresentano lo strumento per il conseguimento degli obiettivi della PAC, al fine di stabilizzare i mercati, garantire un tenore di vita equo agli agricoltori e aumentare la produttività dell'agricoltura. I regolamenti istitutivi delle OCM disciplinano la produzione e il commercio dei prodotti agricoli di tutti gli Stati membri dell'Unione Europea.

Il Reg. (CE) n. 1234/2007, entrato in vigore il 23 novembre 2007, disciplina l’organizzazione comune dei mercati per quasi tutti i prodotti agricoli: si tratta della cosiddetta OCM unica, che sostituisce una situazione precedente in cui vi erano discipline diverse per ciascun comparto e quindi diverse OCM.

Le Organizzazioni di Produttori (O.P.) e le Associazioni di Organizzazioni di Produttori (A.O.P.) sono i soggetti coinvolti nell'attuazione di misure nell'ambito delle Organizzazioni Comuni di Mercato (OCM) (Aiuti ai Programmi Operativi - Reg. (UE) n. 543/11).


Gli organismi riconosciuti nel settore OCM Ortofrutta sono rappresentati da proprie organizzazioni di rappresentanza come le Unioni di Organizzazioni di Produttori:

  • UNAPROA - Unione NAzionale tra le organizzazioni di PRoduttori Ortofrutticoli Agrumari e di frutta in guscio
  • ITALIA ORTOFRUTTA – Unione Nazionale nata dal processo di integrazione di UIAPOA ed UNACOA

 

OCM Vitivinicolo

Nel 2008 è stato approvato il Reg. (CE) n. 479/08 che prosegue il processo di semplificazione della Politica agricola comune e della legislazione europea, pur mantenendo per il settore del vino una regolamentazione autonoma ancora tra le più complesse e vaste della politica agricola comune, che riguarda questioni specifiche del settore, quali le disposizioni relative alla produzione, alla circolazione e all´immissione in consumo dei prodotti viticoli nonché le pratiche enologiche.

Il Reg. (CE) n. 491/2009 del Consiglio del 25 maggio 2009 ha modificato il Regolamento (CE) n. 1234/2007, inserendo anche la normativa riguardante il settore vitivinicolo nell’OCM unica.

L'OCM vitivinicola disciplina: le uve fresche, diverse da quelle da tavola, i succhi e i mosti di uva, i vini di uve fresche, compresi i vini spumanti, i vini liquorosi e i vini frizzanti, gli aceti di vino, il vinello, le fecce di vino, la vinaccia.

I principali obiettivi dell´OCM sono:

  • migliorare la competitività dei produttori di vino comunitari
  • rafforzare la notorietà dei vini comunitari di qualità
  • recuperare vecchi mercati e conquistarne di nuovi nella Comunità europea e nel mondo
  • istituire un regime basato su regole chiare, semplici ed efficaci, per giungere all’equilibrio domanda/offerta
  • salvaguardare le tradizioni della produzione vitivinicola comunitaria
  • rafforzare il tessuto sociale di molte zone rurali
  • garantire che tutta la produzione sia realizzata nel rispetto dell’ambiente.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/06/2013 — ultima modifica 20/06/2013

AGREA Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura per l'Emilia-Romagna - (Cod. fiscale 912 150 603 76)

Largo Caduti del Lavoro 6, 40122 Bologna - tel. 051.527.4921-22 - fax 051.527.4910 - agrea@postacert.regione.emilia-romagna.it, agrea@regione.emilia-romagna.it

Ufficio Relazioni con il Pubblico AGREA: tel. 051 527.4940-4970, ​agreaurp@regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali